Essere primi su Google

Realizzazione articoli per blog
Realizzazione articoli per blog
03/09/2020
Agenzia SEO Milano
09/09/2020

Essere primi su Google

Google è il luogo in cui milioni di persone, in tutto il mondo, si rivolgono per la ricerca di risposte alle loro domande, grandi e piccole che siano. Se sei tra le persone che vogliono dare risposte o proporre soluzioni, hai già la risposta alla domanda: essere primi su Google.

Essere primi su Google, significa arrivare prima degli altri!

I siti che primeggiano le classifiche del motore di ricerca di Google, sono quelli che catturano il maggior traffico di navigatori, in ogni settore, in ogni paese, in qualsiasi momento della giornata. Google mostra 10 risultati sulla prima pagina quando qualcuno cerca dei termini specifici.

Ad esempio, stai cercando un avvocato e sei di Milano? La cosa spontanea da fare durante la ricerca sul motore di ricerca è associare il servizio (Avvocato) alla zona dove risiedi (Milano). Questa viene chiamata parola chiave è può essere composta da una o più parole. Avvocato Milano è una parola chiave composta che determina come abbiano detto prima, il servizio contestualizzato a un luogo.

L’opportunità di Google

È abbastanza evidente che, se sei un avvocato e desideri farti conoscere, la prima pagina di Google è di sicuro il posto migliore nel quale stare! È abbastanza ovvio che se riesci a raggiungere la parte superiore della prima pagina dei risultati di Google, può essere un’ottima opportunità per te e per la tua attività.

Tuttavia arrivare in cima è solo una parte del percorso, rimanere al vertice è altrettanto difficile!

Più Sali più traffico intercetti!

Essere primi su Google

Uno degli altri principali motori di ricerca dopo Google, Bing, riferisce che i siti web nelle posizioni alte ottengono il 42% del traffico; il secondo ottiene l’11% e il terzo solo l’8%. Quindi essere primi ha indubbiamente molti più vantaggi che arrivare 3° e ovvio, ma è proprio così? Il primo risultato non garantisce il maggior numero di clic! Ahrefs ha recentemente condotto uno studio in cui ha mostrato come essere primi, non garantisca il maggior numero di clic. Rispetto solo al 2014, le Serp di Google, sono profondamente cambiate.

Avete visto quali sono le differenze, no? Vediamole insieme:

  1. Le inserzioni a pagamento si fondono: le inserzioni a pagamento non sono definite chiaramente come una volta. In altre parole, si integrano, il che aiuta gli annunci a generare una percentuale più alta di clic.
  2. Gli elenchi localizzati possono essere annunci: viene pagato anche il primo elenco nell’elenco localizzato.
  3. Il lato destro non ha più annunci: la maggior parte degli elementi sul lato destro, quando fai clic su di essi, ti porta a eseguire un’altra ricerca su Google.
  4. Annunci meno organici: la home page ha solo 10 elenchi organici se escludi gli elenchi localizzati.
  5. I risultati organici vengono spinti verso il basso: non solo vengono mostrati per primi gli elenchi a pagamento e locali, ma anche i risultati delle notizie si trovano tra i risultati organici. Ciò fa sì che il 3 °, 4 °, 5 ° … risultato organico ottenga meno clic.

La tendenza comune è che le persone si concentrano sugli annunci a pagamento più che sugli elenchi organici. E le inserzioni organiche non sono più garantite in alto come una volta.

Per maggiori informazioni chiama lo 0291675531

Ha ancora senso essere primi su Google?

Ovviamente si, perché sebbene Google continui a modificare il layout della sua pagina SERP, è ancora il sito più popolare al mondo! Stiamo parlando di 57,34 miliardi di visite al mese significa che non hai altra scelta che fare SEO!

Come e dove puntare per la SEO e perché!

La SEO (Search engine Optimization) è quell’insieme di azioni che consentono la risalita del sito verso le prime posizioni organiche di Google. Ci sono circa 200 parametri che comprendono di tutto: dalla velocità di caricamento della pagina alla pertinenza del contenuto, ai titoli H1 H2, alle foto, backlink, etc. Tutti questi parametri vengono analizzati e scansionati da Google che stila la classifica.

Nel frattempo Google si modifica costantemente, cambia aspetto e modi di valutare i siti, ecco perché la SEO è sempre in movimento! Ciò che va bene oggi non andrà bene domani, è una lotta continua per chi ambisce alle posizioni alte. Di seguito troverete alcune indicazioni su come la nostra agenzia si sta muovendo per essere sempre al top!

Recenti considerazioni:

  1. Creare un’esperienza utente straordinaria è molto importante. Google non classifica i siti in alto solo perché sono “ottimizzati al meglio”. Classifica in alto i siti che gli utenti amano di più. Attenzione quindi a fornire ciò che gli utenti desiderano.
  2. Crescita organica complessiva del traffico: le parole chiave hanno tendenze e la loro popolarità cambia nel tempo. E quindi più produttivo concentrarsi solo sull’aumento del traffico organico complessivo.
  3. Il contenuto vecchio. Rivisitare i vecchi articoli o contenuti del sito è una scelta intelligente, essendo contenuti datati, una volta aggiornati ed estesi aumentano le loro posizioni nella Serp.

Perché essere primi su Google?

Anche se dovrebbe essere chiaro il perché ecco alcuni buoni motivi per essere nelle prime posizioni della classifica di Google:

  1. Aumenta l’autenticità aziendale. Un aumento delle classifiche SERP (pagina dei risultati del motore di ricerca) non solo aumenta la capacità della tua azienda di generare traffico e lead, ma aumenta il grado in cui il tuo pubblico vede la tua attività come autentica. I dati mostrano che i visitatori web pensano che i primi pochi siti web al vertice delle SERP siano tra le aziende più autentiche nel loro settore. È fondamentalmente un gioco psicologico che ti dà il vantaggio.
  2. Crea immagine aziendale. Una migliore SERP significa un’immagine migliore degli occhi dei potenziali clienti. Poiché Internet è un mercato competitivo per ogni operatore di marketing in entrata, potrebbe non essere sempre facile posizionarsi al primo posto in breve tempo. Ma, una volta che ottieni una posizione migliore in classifica, il successo corre verso di te. Tuttavia, al fine di dare alla tua attività un’immagine rispettabile tra i clienti e i concorrenti, sentirai la pressione per far sì che il tuo sito web si classifichi tra i primi dieci risultati web.
  3. Dieci volte meglio se tra i primi. Sei preoccupato per la tua attuale posizione in classifica? In tal caso, intraprendi un’azione rapida per migliorarla. È dimostrato dagli esperti che se riesci a posizionarti al primo posto, la tua attività diventerà dieci volte migliore della concorrenza. 
  4. Costi ridotti. Dovresti già sapere che i costi del marketing inbound sono bassi da generare in base ai lead. È fondamentalmente perché la maggior parte dei lead generati dagli inbound marketer provengono direttamente dai motori di ricerca. Quindi, migliore è la tua SERP, maggiore è il potenziale della tua attività. Le prime posizioni nella SERP possono ridurre efficacemente i costi pubblicitari. Ha anche un impatto significativo sul tuo social media marketing. 

Conclusioni

Se sei interessato alle tecniche per essere primi su Google e saperne di più sulla SEO, Web Revolution è disponibile ad analizzare la tua situazione! Troverai uno staff professionale e concentrato a trovare la migliore soluzione per te!

Contattaci ora! 0291675531

Chiama Ora
Whatsapp
Email